Burro Superiore Fratelli Brazzale protagonista al SIGEP

Zanè (Vicenza) 15 Marzo 2022 – Brazzale, il più antico burrificio d’Italia, iscritto nel registro italiano dei marchi storici, entra a pieno titolo nel mondo dei professionisti della pasticceria con un innovativo progetto. L’azienda, dopo un lungo periodo di studio e ricerca, ha infatti realizzato il proprio ramo d’azienda dedicato all’alta pasticceria, con nuovo stabilimento, nuovi impianti e prodotti ad hoc; oltre al Burro Superiore Fratelli Brazzale e al Burro delle Alpi Pro, propone soluzioni personalizzate per i più importanti player del settore, anche grazie all’attività integrata del Brazzale Science Nutrition&Food Research Center. Brazzale vuole proporsi come un vero protagonista del settore gelateria, pasticceria e panificazione artigianale, dopo i tanti successi mietuti, nel 2021, dal proprio top di gamma, il Burro Superiore Fratelli Brazzale, assieme ai pastrychef dell’Accademia Dolce e Salato e dell’Accademia dei Maestri del Lievito Madre. Tantissime le novità che saranno svelate e illustrate durante le cinque giornate di Sigep, Salone Internazionale della Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè, dal 12-16 marzo 2022, dove l’azienda è presente con un proprio stand (Padiglione B5, Stand 022) e un fitto calendario di appuntamenti, degustazioni, corsi tecnici e molto altro.

L’agenda di Sigep: dal gelato, alla pizza con impasto e topping al burro.
Corsi e appuntamenti in compagnia di grandi maestri

Allo stand Brazzale (Padiglione B5, Stand 022) sarà un alternarsi continuo di alcuni dei più apprezzati nomi dell’alta pasticceria italiana: da Aniello di Caprio a Giuseppe e Mauro Lo Faso, padre e figlio pastrychef, da Biagio Martinelli a Giuseppe Mascolo, da Francesco Vitiello ad Alessandro Slama. E poi ancora: Giuseppe Daddio, Nico Iacovera, Armando Pascarella. Ma la loro non sarà una semplice passerella. Armati di spatola, fruste, termometro e mattarello, i magnifici 10 impasteranno, sforneranno, decoreranno e monteranno dolci e salati per tutti i gusti, nei dieci corsi tecnici di pasticceria che si potranno seguire gratuitamente, con due appuntamenti quotidiani, allo stand di Brazzale. Per imparare come si prepara la frolla perfetta o come nascono il gelato e la pizza al burro, per assaggiare l’Aversana Polacca o per scoprire perché scegliere il burro giusto è così importante in ogni preparazione. Oltre ai grandi nomi ci sarà una fitta schiera di professionisti che arricchiranno ulteriormente il fitto programma in definizione.




I servizi Brazzale Science Nutrition & Food Research Center
per i pastrychef

Il Sistema Brazzale per la pasticceria non si ferma al solo prodotto e agli stabilimenti dedicati a produzione e confezionamento. Il ruolo che l’azienda si candida a ricoprire è anche quello di consulente e partner, grazie al lavoro del proprio esclusivo Brazzale Science Nutrition & Food Research Center diretto dal professor Fernando Tateo, Ordinario di Scienze e Tecnologie Alimentari dell’Università degli Studi di Milano. L’obiettivo è focalizzare le esigenze del pasticcere, perché cambiare le materie prime, in pasticceria, significa aprire un mondo di nuove ricette che richiedono di adattarsi alle caratteristiche delle stesse. Innovare è sempre una sfida ma è anche la chiave per distinguersi in un’offerta, quella della pasticceria artigianale italiana, che va moltiplicandosi sempre di più. Ed è per questo che Brazzale Science Nutrition & Food Research Center sarà a disposizione dei principali clienti del Sistema Brazzale nel settore, grazie alle competenze e agli studi effettuati sul Burro Superiore Fratelli Brazzale, con un focus specifico proprio sulla pasticceria.

Il Burro Superiore Fratelli Brazzale e la pasticceria artigianale:
i trionfi del 2021

Il 2021 è stato un anno d’oro per il Burro Superiore Fratelli Brazzale, selezionato e premiato dal mondo della pasticceria. I gioielli realizzati con il Burro Superiore Fratelli Brazzale hanno infatti ottenuto il successo più ampio, a riprova della sua straordinaria qualità anche nell’uso per i prodotti lievitati da forno. Nel corso di tre dei più importanti concorsi internazionali dedicati al panettone artigianale, il Burro Superiore Fratelli Brazzale è salito sul podio insieme ad autentici campioni della pasticceria, che lo hanno utilizzato come ingrediente principale nelle loro creazioni da medaglia d’oro.

Gli appuntamenti che hanno visto protagonista il Burro Superiore Fratelli Brazzale sono il Panettone World Championship, dove ha trionfato Sal De Riso, Panettone Senza Confini, che ha incoronato i pasticceri Giuseppe e Mauro Lo Faso, e Panettone sotto la Mole, con il successo di Giuseppe Mascolo. Appuntamenti che confermano ancora una volta le qualità straordinarie di questo burro, che si esprimono anche in una delle prove più difficili: i prodotti lievitati da forno. Una caratteristica sempre più apprezzata dai pastrychef d’Italia; non ci sono solo i concorsi infatti a premiare il Burro Superiore Fratelli Brazzale, ma anche l’apprezzamento di molti fra i più apprezzati pasticceri d’Italia e non solo, che sempre più richiedono questo burro per le loro produzioni.

Il Burro Superiore Fratelli Brazzale

Il Burro Superiore Fratelli Brazzale
Frutto della tradizione secolare del più antico burrificio d’Italia nato sull’Altopiano di Asiago, questo prodotto nasce per essere la massima espressione del burro, senza compromessi. La vera rivoluzione operata dai fratelli Brazzale è stata quella di pensare al burro come ad un grande formaggio tipico, dunque pensare fin dall’inizio la materia prima come destinata esclusivamente ed integralmente al burro, che ritorna ad essere il centro di tutto il processo di produzione. Ogni aspetto è stato studiato con cura puntigliosa: dalla scelta della materia prima, al suo trasporto, dalla centrifugazione, alla maturazione della crema, dalla burrificazione al suo confezionamento per il consumo. La qualità del Burro Superiore Fratelli Brazzale nasce infatti dalla bontà ineguagliabile del latte e dalla sua freschissima panna. Grazie alla caratteristica lavorazione, che prevede la centrifugazione del latte immediatamente dopo la mungitura, per esaltarne le caratteristiche organolettiche e portare nel burro tutte le sue migliori qualità, questo prodotto è fra i pochi al mondo a vantare l’84% di materia grassa. La panna, freschissima, dopo la centrifugazione viene affidata ad una maturazione di circa 12 ore guidata con l’abilità dello staff tecnico e subito zangolata, per diventare burro entro il giorno successivo alla mungitura del latte. Un metodo di lavorazione semi-artigianale davvero unico, a catena accuratamente controllata, che consente di ottenere un prodotto sopraffino, con una rotondità di gusto e aromi mai sperimentata, una spalmabilità sorprendente e una texture facile da lavorare.