Sviluppo rurale 2014-2020. Al via due bandi per oltre 150 mln di euro

Venezia, 3 dicembre 2021 – La giunta regionale, su proposta dell’assessore all’agricoltura del Veneto, Federico Caner, ha dato il via libera ai bandi per la presentazione delle domande di aiuto destinate ad alcuni tipi di interventi previsti dal Piano di Sviluppo Rurale 2014 – 2020.
Nello specifico i due bandi sosterranno l’insediamento dei giovani agricoltori e gli investimenti finalizzati al miglioramento delle prestazioni e della sostenibilità delle aziende agricole, oltre a favorire interventi diretti alla riduzione delle emissioni inquinanti di origine zootecnica in atmosfera.

Le domande per gli interventi previsti dal PSR possono contare su una dotazione finanziaria di 150.500.000,00 euro, dei quali 25.681.320,00 saranno cofinanziati dalla Regione Veneto.
I bandi attivati riguardano i seguenti tipi di intervento:

• Informazione e promozione sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari
• Miglioramento delle prestazioni e della sostenibilità globali dell’azienda agricola
• Ammodernamento e riconversione degli impianti irrigui finalizzati al risparmio della risorsa idrica – EURI
• Miglioramento delle prestazioni e della sostenibilità globali dell’azienda agricola – riduzione emissioni prodotte da attività agricole
• Trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli
• Insediamento di giovani agricoltori mediante il cosiddetto Pacchetto Giovani
• Creazione e sviluppo della diversificazione delle imprese agricole
• Diversificazione delle imprese agricole mediante produzione di Energie rinnovabili

“Abbiamo dato il via libera a un pacchetto molto cospicuo di misure per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva del settore rurale nella nostra Regione – dichiara Caner –. Un comparto che nel 2020, l’anno terribile del Covid-19, ha raggiunto una produzione lorda di 6,3 miliardi di euro, registrando un export di oltre 7 miliardi di euro. Numeri importanti che fanno comprendere il valore dell’agricoltura in Veneto, settore economico che sta affrontando sfide importanti come quella del ricambio generazionale, dell’innovazione e della sostenibilità ambientale che meritano un adeguato sostegno. La Regione, infatti, conferma il suo impegno nei confronti del settore primario avviando l’iter di questi nuovi e importanti bandi”.

La giunta, inoltre, ha dato il via libera all’approvazione di un ulteriore bando da 2milioni di euro da destinare a investimenti per l’acquisto di attrezzature per la riduzione delle emissioni inquinanti di origine zootecnica in atmosfera.

“La riduzione delle emissioni di ammoniaca, in quanto fonte di PM10 secondaria – chiude l’Assessore – rappresenta uno degli impegni che la Regione del Veneto ha assunto nell’ambito dell’Accordo di Bacino Padano. Di qui la decisione di sostenere con aiuti concreti le imprese agricole in questa transizione e per migliorarne le prestazioni economiche e ambientali”.

Le domande di aiuto potranno essere presentate a partire da venerdì 10 dicembre 2021.