Regione Fvg, risultato di esercizio da 358 Mln

L'assessore Fvg alle Finanze, Barbara Zilli

Trieste, 23 novembre – Il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, presieduto da Piero Mauro Zanin, come primo atto della due giorni d’aula che ha preso il via questa mattina ha concesso parere favorevole a maggioranza (nessun voto negativo, astenuta l’Opposizione) alla proposta di bilancio consolidato 2020 della Regione.

Il risultato dell’esercizio è pari a 357.583.530 euro e porta a pareggio il totale dell’attivo e del passivo patrimoniale consolidato, mentre nel 2019 era stato di 238.835.517. Il bilancio consolidato, prima dell’appuntamento con l’Aula, era già passato al vaglio della I Commissione permanente il cui presidente, Alessandro Basso (FdI), in qualità di relatore di maggioranza ha introdotto i lavori ricordando le fasi storiche che hanno portato alla redazione di un documento conseguente “alle direttive europee su efficienza e gestione delle risorse pubbliche con l’obiettivo di uniformare i sistemi contabili e gli schemi di bilancio di Regioni, enti locali, enti del servizio nazionale ed enti e organismi strumentali. Rappresenta la situazione economica, finanziaria e patrimoniale degli stessi permettendo una visione d’insieme dell’azione amministrativa attraverso il gruppo. I conti sono in ordine e la linea finanziaria coerente, trovando una Maggioranza coesa nell’apprezzamento”.

Roberto Cosolini (Pd), relatore di minoranza, ha invece evidenziato che “il confronto effettuato sui dati presentati quest’anno non ha fatto emergere gli errori anche macroscopici rilevati in quello precedente, anche se il passaggio solo in I Commissione non ha consentito di approfondire determinati temi per un documento tecnico ma anche di rilevanza politica”. Rispetto i singoli enti, ha quindi citato alcuni passaggi specifici: “L’aumento del numero e il relativo costo dei dipendenti di PromoturismoFvg e il considerevole calo dei ricavi dell’Agenzia regionale per lo Sviluppo rurale (Ersa Fvg), mentre nel settore dell’edilizia pubblica rimangono anomalie riguardo personale e valori della produzione delle Aziende territoriali per l’edilizia residenziale (Ater). Se la situazione dell’Aeroporto Fvg è non è raffrontabile rispetto al passato a causa della pandemia, per Banca Mediocredito Fvg viene confermato un momento difficile”.

Le istanze di Cosolini, che ha anche anticipato l’intenzione di chiedere approfondimenti tematici in sede di singole Commissioni permanenti, hanno successivamente trovato pieno supporto anche nelle parole del collega dem Franco Iacop e di Furio Honsell (Open Sinistra Fvg)

L’assessore regionale alle Finanze, Barbara Zilli, ha ribadito dal canto suo che “si tratta di un documento molto tecnico che mette a sistema i risultati di vari Enti e società partecipate della Regione, offrendo una risposta in termini di trasparenza e di pubblicità dei risultati. Si possono fare anche valutazioni politiche e approfondire come richiesto da alcuni consiglieri. Tuttavia, avete già tutti gli strumenti – ha proseguito – per dare rilevanza politica al materiale presentato, trovando le risposte e formalizzando eventuali le proposte per migliorare l’efficienza dell’Amministrazione regionale”.

“È stato compiuto un lungo percorso di razionalizzazione e serve una lente d’ingrandimento corretta, guardando al passato ma anche alle possibilità future. Sulla sfida legata al Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr), questo strumento tecnico – ha concluso Zilli – offre una cartina per trovare le risposte e mettere a terra gli strumenti: siamo comunque disponibili a un confronto”.