Agenda Digitale. 537 Comuni veneti hanno risposto al bando per le risorse del Recovery Fund

Venezia, 15 febbraio 2021 – “Sono ben 537 su 563 le pubbliche amministrazioni che hanno risposto al bando per la concessione delle risorse del Fondo Innovazione. Un segnale tangibile che dimostra, con i fatti e con i numeri, l’importanza del digitale nel rapporto tra amministrazioni locali e cittadini, per favorire l’accesso ai servizi pubblici online”.

Così l’assessore al Bilancio della Regione del Veneto, con competenza sull’Agenda Digitale, Francesco Calzavara, annuncia il risultato ottenuto dall’avviso pubblico, promosso e gestito in collaborazione con Anci Veneto, per assegnare le risorse destinate alla trasformazione digitale della PA e a favorire l’utilizzo delle piattaforme digitali regionali, come MyPay, MyPivot, MyPa.

“E’ un risultato storico, che evidenzia la capacità del Veneto di fare squadra tra istituzioni e nel saper impiegare al meglio le risorse – sottolinea l’assessore regionale -. Con i 3,5 milioni di euro assegnati alla nostra Regione dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dipartimento per la trasformazione digitale, quasi la totalità delle amministrazioni comunali regionali potrà realizzare degli investimenti importanti in campo digitale, promuovere la diffusione delle piattaforme abilitanti come Spid, pagoPA e dell’App IO utilizzando infrastrutture digitali regionali messe a disposizione del territorio. MyPortal è l’esempio Veneto di innovazione tecnologica applicato al mondo della pubblica amministrazione”.

Ai 537 comuni della regione Veneto sarà erogato un contributo parametrato al numero di abitanti: da un minimo di 3.549,00 euro per gli enti con popolazione fino a 5mila abitanti, fino ad un massimo di 45.500,00 euro per i territori con una popolazione superiore a 200 mila residenti. Entro il 28 febbraio sarà stanziato l’anticipo del contributo, pari al 20%, mentre il saldo sarà liquidato a fine 2021.

“Ora più che mai abbiamo bisogno di amministrazioni moderne e innovative, e questo primo bando destinato alla trasformazione digitale rappresenta un segnale importante – conclude Calzavara -. Per sostenere questa transizione è importante il ruolo dell’amministrazione regionale, come soggetto aggregatore e facilitatore, nel mettere a disposizione il know how acquisito in ambito digitale e garantendo risorse sicure agli enti locali. Da quelle del Fondo Innovazione così come quelle richieste nell’ambito del piano del Recovery Fund. La competitività digitale sarà una leva strategica per affrontare le sfide del futuro, per la ripartenza economica, dopo la crisi Covid, con il digitale che sicuramente avrà un ruolo da protagonista”.

“Per la Pubblica Amministrazione, e in particolare per i Comuni, la digitalizzazione non è più un’opzione, ma una necessità – sottolinea Mario Conte, Presidente di Anci Veneto -. Il Covid-19 e l’emergenza sanitaria hanno dimostrato come sia sempre urgente modernizzare gli enti per assicurare ai cittadini un servizio sempre più adeguato ed in grado di far fronte alle situazioni di crisi. E la pioggia di domande per accedere ai fondi dell’Agenda Digitale dimostra l’impegno dei Comuni nell’intraprendere questo percorso, dimostrando ancora una volta di essere un cantiere per il futuro. Ci tengo a ringraziare il Presidente Zaia e l’assessore Calzavara per la collaborazione e il ruolo affidato ad Anci Veneto. In questi mesi la capacità di fare squadra tra Comuni e Regione ha permesso di raggiungere risultati importanti e questo ne è un esempio concreto”.