Confapi Veneto sul Defr: “Bene, Ma servono misure”

Venezia 1 duicembre 2020- Il presidente di Confapi Veneto Manfredi Ravetto martedì 1 dicembre è intervenuto all’audizione della Prima Commissione Consiliare della Regione Veneto, presieduta dal Consigliere Luciano Sandonà e incentrata sull’aggiornamento del Documento di Economia e Finanza Regionale (DEFR). Ravetto ha espresso il suo apprezzamento per il lavoro svolto dall’amministrazione regionale («Siamo sulla strada giusta») ma ha anche sottolineato la necessità di «adottare misure concrete e urgenti in materia di agevolazioni per l’accesso al credito delle Pmi, destinando adeguate risorse che consentano loro di svolgere e rilanciare la propria attività e i propri investimenti».
 
A margine del suo intervento nell’audizione sul DEFR – quello che di fatto è la Legge di Stabilità della Regione – Ravetto ha voluto porre in evidenza come sia positivo lo stanziamento di fondi destinati alla riqualificazione energetica delle imprese e, tuttavia, come «nello stanziare i fondi occorra fare attenzione alle priorità, perché il rischio è quello che si finisca col finanziare la riqualificazione energetica di aziende che poi non riusciranno più a rimanere in piedi, proprio perché impossibilitate ad accedere al credito. Lo rimarco con forza oggi, nel momento in cui il freno generale dell’economia reale non favorisce una ripresa piena e totale della circolazione di capitali. Non dimentichiamo mai che il tessuto della nostra economia è composto in maggioranza da piccole e medie imprese, quelle che si trovano a pagare il prezzo più alto alla pandemia».