La F.R.I. di Povoletto. Cresce con l’export la qualità. Una realtà giovane alla conquista dei mercati internazionali  

Udine 12 novembre 2020 – In controtendenza in tempi di pandemia e recessione, il 2020 si profila come un anno di consolidamento per la F.R.I. Srl, azienda di Povoletto leader nella progettazione e produzione di valvole speciali, che, grazie ad una serie di commesse, in particolare verso il Medio Oriente, l’India, gli Stati Uniti ed il Kazakhstan punta ad incrementare il proprio fatturato e rafforzare la propria presenza sul mercato internazionale e nel territorio.
Oltre alla pluriennale collaborazione con una importante ingegneria italiana nel settore energetico per forniture già in corso di valvole speciali destinate alle nuove centrali termoelettriche italiane come Marghera e Presenzano, la F.R.I. S.r.l. sta attualmente consolidando la propria presenza in Qatar grazie ad una grossa commessa per la fornitura di valvole della linea jet fuel dalla raffineria all’aeroporto di Doha ed alla collaborazione con tutte le primarie società qatariote che operano nel settore energetico e prevedono grossi investimenti nell’espansione del giacimento North Field East (NFE), al largo della costa nord orientale del Qatar.


“I tradizionali punti di forza dell’azienda sono le forti competenze ingegneristiche e sui materiali, la capacità di progettare e realizzare una vasta gamma di valvole meccaniche, di controllo e di sicurezza e di fornire una serie di servizi quali design e reverse engineering, ottimizzazioni, riparazioni, manutenzione ed assistenza sul campo per valvole ed attuatori, a marchio F.R.I. ed altri”, afferma l’imprenditrice Tania Iuri. Le numerose certificazioni di qualità e di prodotto (API, CE, Atex, EAC, etc.), le approvazioni di vendor list ottenute con le primarie aziende che operano nei  settori dell’energia e petrolifero, oltre alle collaborazioni con tutte le maggiori società di ingegneria del settore, testimoniano il livello di qualità e professionalità dell’azienda che, dopo aver più che raddoppiato il proprio fatturato negli ultimi 3 anni, è cresciuta anche in termini di risorse e conta attualmente 17 addetti, prevalentemente laureati o diplomati, e collaborazioni con oltre una decina di aziende dell’indotto locale ed una cinquantina di aziende italiane ed estere.
La F.R.I., con un portafoglio ordini già acquisito per il 2021 di 8 milioni di euro, pari a più del doppio rispetto all’anno in corso si prepara per i prossimi traguardi puntando su tecnologia, nuove risorse qualificate e nuove collaborazioni con fornitori specializzati.