Nuova identità visiva per il Copetence Center. Vince il progettto di studio Fm Milano  

23 ottobre 2020 – Settantotto candidature che hanno coinvolto i professionisti e gli studi più affermati d’Italia, tanti giovani che si sono già fatti conoscere, italiani che vivono e lavorano all’estero e anche qualche straniero: in tantissimi hanno risposto alla chiamata del bando per ridisegnare l’identità visiva e degli spazi di SMACT, il Competence Center impresa 4.0 del Triveneto. A risultare vincitore è stato il progetto presentato da studio FM milano.
 La formula del concorso in due fasi, suggerita e sviluppata con la consulenza di Iuav, prestigiosa università veneziana dedicata al progetto, e realizzata in collaborazione con AIAP, Associazione italiana design della comunicazione visiva, ha coinvolto una giuria di alta qualificazione che ha vagliato candidature e portfolio dei partecipanti, fra i quali numerosi gruppi con una rilevante presenza di under 35, premiata dal bando. La giuria – composta per SMACT dal direttore generale Matteo Faggin, per AIAP dal presidente Marco Tortoioli Ricci, per Iuav da Emanuela Bonini Lessing, docente di design della comunicazione e delegata del rettore per la comunicazione, Fiorella Bulegato, docente di storia della comunicazione visiva, e Lorenzo Fabian, delegato del rettore al trasferimento tecnologico e alla terza missione – ha selezionato le candidature ritenute più adatte a rappresentare le esigenze dell’azienda attraverso un accurato processo che ha preso in carico criteri differenziati.

 

 Nella seconda fase del concorso sono stati quindi cinque, e molto diversi tra loro, i soggetti chiamati a proporre la nuova immagine di SMACT ed è stato difficile per la giuria individuare la proposta vincitrice, scelta in quanto «Un progetto originale che restituisce un’immagine domestica e controintuitiva di un’azienda a forte orientamento tecnologico come SMACT. L’idea appare solida, coerente e versatile nelle varie declinazioni cartacee, digitali e di applicazione negli spazi».
 Commenta il direttore generale Matteo Faggin, per l’occasione anche presidente di giuria: «Il progetto di studio FM milano rispecchia la prospettiva di innovazione in cui il nostro Centro di Competenza conta di guidare le PMI del territorio. Nel definire la sua identità visiva, SMACT ha scelto di innovare, collaborando con esperti di settore grazie all’apporto di Iuav e AIAP, e i primi vincitori siamo proprio noi avendo attirato l’interesse dei migliori designer, concretizzato in cinque progetti finalisti eterogenei e nella freschezza del progetto vincitore che ha saputo interpretare con eleganza il senso profondo dell’azione del Centro di Competenza. Grazie anche a questo concorso SMACT prosegue la sua attività di posizionamento nel territorio, che rispecchia la missione aziendale: quella di porsi in dialogo con le imprese e le eccellenze regionali e nazionali».
 Commenta Lorenzo Fabian, delegato del rettore per il trasferimento tecnologico e la terza missione Iuav: «SMACT e i Competence Center sono qualcosa di completamente inedito in Italia e in Europa, imprese innovative che richiedono un’identità visiva che sia all’altezza di cogliere la sfida della sperimentazione e del cambiamento. Per questo Iuav, nel ruolo di partner e consulente, ha fortemente sostenuto e promosso un concorso di progettazione di rilevanza nazionale, capace di chiamare a raccolta i migliori e più rilevanti studi di design per sviluppare l’identità visiva e degli spazi del nuovo Competence Center. La numerosità e la qualità delle candidature e dei progetti finali pervenuti mostra ancora una volta l’efficacia di questo strumento».