Conegliano e Valdobbiadene diventino area docg

“La possibilità o meno di scrivere la parola Prosecco nei vini di Conegliano e Valdobbiadene è stata decisa dai produttori fin dal 2009. Non vediamo motivo di tanta risonanza per una legittima scelta già prevista e adottata negli anni da più aziende. Auspichiamo peraltro che un tema così delicato venga discusso nelle sedi più opportune, nei consorzi di tutela e con gli operatori di sistema”.
Confagricoltura Treviso interviene nella discussione riguardante il nome del Prosecco, che alcuni produttori hanno deciso di abbandonare per puntare sulla denominazione Conegliano Valdobbiadene.